Vivere è più che un semplice respirare

Grazie Mari per la bellissima poesia che mi hai mandato…

Un’altra  meravigliosa lezione di vita da rileggere e ripetersi tutte le mattine…

Ode alla Vita

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e non cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco ed i puntini sulle “i”, piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza, per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire davanti ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non legge,
chi non viaggia,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare,
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo maggiore del semplice fatto di respirare…

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità…

Pablo Neruda

Vivere è più che un semplice respirareultima modifica: 2011-04-13T01:00:45+02:00da amelie2010
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “Vivere è più che un semplice respirare

  1. ciao amelie….ho trovato il tuo blog digitando “incontri con parship”…..mi chiamo chiara e ho 34 anni, ovviamente single. FInita 8 mesi fa la storia più importante della mia vita, a pochi mesi dall’inizio di una convivenza. inutile dire la sofferenza e il fondo che ho toccato, ma tutto serve nella vita e tutto questo a me è servito per tornare in contatto con la mia anima. mi ha lasciata lui e solo perchè è stato più coraggioso. Da due mesi sto bene, ho capito, mi sono ritrovata e per la prima volta nella mia vita posso dire di amarmi e accettarmi per quella che sono. ottimo lavoro, ho appena comprato casa, amici stupendi e come a te mi manca solo l’amore….ma sono certa che arriverà l’uomo con cui costruire la famiglia che tanto desidero! ti faccio i complimenti perchè scrivi cose stupende, vere e piene di VITA! anche io in parship da due settimane e anche io, come gli uomini di cui avevi scritto, non l’ho detto a nessuno…..solo a te….solo a voi amici del blog…..adesso verrò a trovarti spesso! un abbraccio Chiara

  2. ciao, nel frattempo ti regalo io il: benvenuta! poi la padrona di casa Amelie ci penserà in modo ufficiale 🙂 😀
    ciao Amelie

    le persone che condividono la vita con qualcuno/na non conoscono la fortuna che hanno……
    ciao a presto!!!

  3. grazie Joshua! io condividevo la vita con qualcuno e ho saputo di essere fortunata…peccato che non fosse quello giusto, lo ha capito prima lui e adesso anche io…..
    ma noi viviamo fiduciosi e intanto godiamoci il viaggio!!!!
    ciao chiara

  4. Ciao Amelie e benvenuta Chiara! Io come te ho vissuto quasi 9 mesi fa la fine della mia storia d’amore più importante, dopo quasi 1 anno di convivenza. Mi ha lasciata lui… Non aggiungo altro, so come ci si sente e gli effetti devastanti (sotto ogni punto di vista!) di queste separazioni. Ora ho 42 anni… ora sì che mi piaccio e mi AMO… ora che sono stata in grado di sppportare e superare questo immenso VUOTO! A presto. Un abbraccio. MARI

  5. Ciao Mari,
    è incredibile come certe sofferenze ci facciano rendere conto della forza che abbiamo dentro. In questi 8 mesi sono passata dalla sofferenza estrema all’accettazione, ho letto un sacco di libri e pensato cose che mai prima avevano sfiorato la mia mente. Sto leggendo adesso un libro molto bello…donne che corrono con i lupi. davvero molto bello e molto vicino alle turbolenze di noi donne. Sapete la cosa che ancora mi fa male? che quella che sono adesso sono certa che avrebbe gestito le cose in modo diverso ma con il senno di poi…….Mi ha lasciata ancora innamorato ma esasperato dalle nostre diversità…e questo mi fa male…ancora….ciao chiara p.s. scusate la tristezza, sono di ritorno da napoli e sul treno sto ascoltando troppe canzoni tristi….

  6. Cara Chiara, rivedo me stessa in quello che scrivi, così come mi è sempre successo con i post di Amelie. Quello che siamo ora, dopo aver così tanto sofferto, non lo eravamo mesi fa… Se i nostri amori ci avessero conosciuto adesso…? Col senno di poi quante situazioni sarebbero state diverse! Ma è andata così… anch’io sono stata lasciata da un uomo innamorato di me e che credo mi ami ancora: questo il dolore più grande, quel laccio che stringe forte il cuore…
    Ma comunque sia andata:
    “È meglio aver amato, e perso che non aver mai amato”.
    (Alfred Tennyson)

    Ciao Chiara, ciao Amelie, ciao a tutti! Mari

  7. Buona pasqua anche a te Mari!!!! buona pasqua a tutti ragazzi! mi sento un pò cattivella stasera…ho dato 2 due di picche virtuali a due ragazzi su parship…mi spiace ma l’aspetto fisico conta, non mi aspetto certo Argentero ma c’è un limite a tutto.solo che io mi sento in colpa uffa….fino ai 20 anni pesavo 90kg e so cosa significa sentirsi rifiutati! Fino ad ora Amelie mi sto inviando mail con un certo Mister G (per citare i tuoi pseudonimi) ma nessuno dei due spinge per sentirci o vederci…ma ti dirò che per adesso va bene così! tra due settimane andrò a roma per lavoro e andrò a cena con un ragazzo mister M davvero interessante…sono contenta di rimettermi un minimo in gioco e di vedere che c’è ancora gente che suscita il mio interesse dopo tanta sofferenza. vi abbraccio tutti, ciao chiara p.s. ma amelie dove sei finita? da quando ho trovato il tuo blog sei sparita! 😉

Lascia un commento