Certi momenti difficili

Stasera mi vengono a trovare le mie due amicone.
E’ un pò che non ci vediamo tutte e tre insieme e così hanno deciso di venirmi a trovare, visto che in questi giorni sono di nuovo a casa malatina . Eh si, come se non bastasse, alla mia lenta guarigione dall’operazione di novembre si è aggiunta una ciliegina, la fascite plantare; in pratica devo stare a riposo forzato, lo hanno deciso i miei piedi che hanno iniziato a farmi male e a non volerne sapere di tacchi e di stare in piedi.
Non è che sia proprio giù, però uffa, ogni volta che mi ributto nella mia vita e comincio a prendere il ritmo, mi viene fuori una magagna..E’ come se il mio corpo, nella visione più romantica della malattia, mi stesse continuando a dire..”Ehi…fermati, sta ferma un momento, mi riprendo e poi facciamo tutto quello che vuoi, ma per un pò voglio che ci fermiamo..Hai capito? Ancora no? Bene, beccati questa” Una settimana di piedi e caviglie doloranti…
Più chiaro di così. Va bene ho capito. Divano. Letto. Divano.

Sto comunque lavorando da casa visto che posso connettermi, almeno passo il tempo.
Ma adesso che la primavera sembra proprio essere arrivata ho una voglia di uscire e riprendere i ritmi della mia vita di prima.
Lamentarmi per il lavoro. Fare un aperitivo con un’amica. Una cena con altri amici. Andare a nuotare. In palestra. Magari un concerto (vengono i Gotan Project a maggioa Milano,mica me li posso perdere).
E poi andare a correre al parco dietro casa, con l’ipod e la musica nelle orecchie.
Glielo spiegate voi al mio corpo che è tempo di riprendersi?
Dicono che nella vita ci siano momenti difficili, in cui siamo messi a dura prova. In cui ci sembra di non farcela. Ecco, io credo di stare attraversando uno di quei momenti. A volte mi viene la paura, quella brutta, di non uscirne. Ma poi, penso che ci sono persone che stanno veramente male. Eppure lottano. E ce la fanno.
Perchè la forza di volontà è tutto. Perchè il potere della mente sul corpo va aldilà di ogni aspettativa. Di ogni parere medico.
Ma per vincere bisogna munirsi di molte endorfine, energie positive, un approcio sano e positivo di fronte alle difficoltà. E allora piano piano, un passo alla volta, usciamo dal loop negativo di eventi che si sono creati intorno a noi.
Basta sprecare energie e pensieri dietro ai “Forse se avessi fatto….E se non mi fosse successo…Perchè è capitato proprio a me?”…Accettare quello che ci capita, accettare il cambiamento. E imparare a conviverci. Non per tornare ad essere quelli di prima, ma per diventari migliori
Hanno suonato il campanello. Sono arrivate.
Ecco la mia prima dose di endorfine di stasera…
Buona notte a tutti
Amelie

Certi momenti difficiliultima modifica: 2011-03-23T21:30:00+01:00da amelie2010
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Certi momenti difficili

  1. Buon giorno!!!

    Basta sprecare energie e pensieri dietro ai “Forse se avessi fatto….E se non mi fosse successo…Perchè è capitato proprio a me?”…Accettare quello che ci capita, accettare il cambiamento. E imparare a conviverci. Non per tornare ad essere quelli di prima, ma per diventari migliori

    direi anche basta sprecare energie e tempo per certi tipi di persone

    appena il tempo si da al bello andante voglio tornare a correre…ne ho un bisogno come l’acqua nel deserto…e biiipppp se la schiena non ne vuole sapere.

    ciao

  2. Per Joshua: penso che da oggi tu possa tornare a correre (visto che bel sole?) e di conseguenza dimenticherai anche le cose che ti hanno infastidito in questi ultimi tempi (leggo un pò di insofferenza tra i tuoi commenti..spero sia tutto a posto)

    Per Mary: Che tenera che sei, come farei senza i tuoi continui incorraggiamenti!!

    Per arteletterattura: Quanti complimenti! Mi lusinga che sei tornato a cercarmi. Questa volta mi sono registrata subito al Ring, è davvero molto interessante e mi lusinga farne parte.

    Per Joshua, Mary ,Arteletteratura e tutti gli altri lettori:
    Cosa fate ancora connessi..? Avete visto che è arrivata la primavera? Staccate il cavo e fuori di casa! Subito!!!!
    Buon week end!

  3. O.T. vi consiglio di andare a vedere : non lasciarmi….
    semplicemente stupendo…preparate i fazzoletti……………………… devo aggiungere però che per me è stato uno shock vedere una delle protagoniste…mi ha ricordato l’unica persona che ho AMATO e mi ha scaricato ed è stato un trauma 🙁

  4. si si ho re-iniziato ad andare a fare o la gazzella o il leone…ma chissà perchè dicono leone se poi alla fine non corre e se ne sta belle che sdraiato ad aspettare che qualcuna altra corra per lui…BOH..non importa, oggi mi sento proprio svuotato per non dire altro…
    ma domani (come diceva qualcuna in un certo film) è un altro giorno

Lascia un commento