Dalla Crisalide alla Farfalla

Come quando vuoi fare il bagno nel mare ma sai che l’acqua è fredda e decidi di entrare con cautela,prima con un piedino, poi bagni la pancia con la mano e poi se non sei ancora pronto per il tuffo vai avanti piano piano finchè l’acqua non ti sommerge;
così io sto entrando nel mare di incontri di Parship; guardo i messaggi che mi arrivano, autorizzo qualche foto, rispondo a qualcuno, ricambio qualche sorriso. Senza fare mosse azzardate, ma studiando i profili e selezionando quali conoscenze intraprendere.

La prima impressione che ho avuto leggendo i messaggi che  mi sono arrivati è stata, waooooo, ma non sono sola! Quanta gente ancora single c’è  in giro!!!

E sto parlando sia di”single puri” (come me) nel senso che sono liberi, sia  di “single del turnover “ ossia reduci da separazioni o divorzi.

Quando ho visto tanti ragazzi di 37/40 anni single puri ho pensato “caspita, ma arrivati a questa età senza un matrimonio, qualcosa che non va ce l’avranno sicuramente, meglio dirigersi sui ragazzi del turnover..” Ma poi mi sono resa conto che potrebbero pensare esattamente  la stessa cosa di me, e invece non è così, non ho niente che non va! Per cui nessun pregiudizio. Decido di non farmi influenzare da queste cose e prendo in considerazione i profili interessanti indistintamente dal loro stato.

La sensazione che domina comunque è la sincerità con cui sono state compilate le schede personali.

E questa cosa mi rilassa in partenza.

All’inizio ho avuto qualche dubbio su come muovermi e su quale strategia adottare di fronte a tanti messaggi. Mi sono chiesta “Inizio a rispondere solo ad uno e vedo come va? O rispondo a tutti quelli che mi potrebbero interessare e vedo come va?”
Se rispondo ad un profilo che mi potrebbe interessare ed iniziamo a scriverci, forse non dovrei farlo anche con altri. Nel mondo offline non lo farei, non frequenterei ne flirterei con più persone contemporaneamente, non è una buona partenza, se vuoi costruire qualcosa di serio.

Però poi ho capito che qua nella fase propedeutica e preparatoria all’uscita , in un certo senso è permesso imbastire più “conoscenze” o meglio contatti.

Proprio in virtù del fatto che non c’è una chat, ma si comunica tramite mailbox,le conoscenze procedono con molta calma, molti buttano l’amo qua e la nel mare di Parship e  pescano tra i  contatti che trovano più interessanti prima di arrivare ad un primo  incontro.

Sono tutti molto educati e per ora non mi è capitato niente di sconveniente “ Possiamo Conoscerci? Di dove sei? Come facciamo a rimanere in contatto?”

Per cui è  abbastanza facile tessere più conoscenze senza incasinarsi troppo in questa fase preliminare di prima scrematura. Mano a mano qualcuno si elimina strada facendo, qualcuno non passa il turno per via della foto, qualcuno perché si rivela prolisso e noioso nelle email, qualcuno perché si rivela un po’ antipatico fin da subito¸qualcuno perché sparisce. Ecco che la selezione naturale colpisce da sola. Qualcun altro invece sembra molto interessante sia dalla foto che da quello che emerge dal profilo, o per i modi con cui si presenta. Insomma al momento “sto lavorando” su tre o quattro profili che non sembrano niente male! E sono tutti  a meno di 50 km da me!

Ci siamo autorizzati reciprocamente le foto e quindi abbiamo superato anche questo ostacolo, pare ci piacciamo reciprocamente. Per ora ci stiamo ancora cyberconoscendo, via skype, o  via email…il numero di telefono non l’ho ancora lasciato a nessuno.  Ma sarà il prossimo passo. Vedrò con chi mi sentirò di farlo.

Mi piace questo procedere per gradi, mi da modo di capire e ragionare bene su quello che faccio e sulle persone che sto conoscendo. Cosa che nella realtà non faccio mai perché agisco sempre troppo d’istinto.

Anche se credo che la fase di cyberconoscenza non si debba mai prolungare  troppo perché rischiamo di farci un’idea in testa della persona molto diversa dalla realtà e di rimanere delusi.

In ogni caso, per quello che ho visto fino ad ora,mi sembra che di profili interessanti ce ne siano e questo già di per se mi da una buona carica emotiva ed una buona dose di positività anche per vivere offline. E poi Parship ha finalmente spezzato “la maledizione del periodo di magra” . Vi raccontavo una volta la mia teoria sui periodi di magra e di grassa in amore e del fatto che per avere un appuntamento ci vuole un altro appuntamento. Basta interrompere il periodo di siccità per far tornare la pioggia. Mentre ero concentrata sul mio progetto del cyber fidanzato, ecco che anche il mio mondo offline si risveglia di colpo: mia sorella sta organizzando una seratina a quattro con il suo fidanzato e un suo amico architetto, pare single e interessante, mentre una mia amica mi ha detto che dopo le feste deve presentarmi un suo collega, pare single e interessante.

Il mio oroscopo, dice che da ieri notte è avvenuta la trasformazione. Questo per me sarà un anno di successo, in tutte le sfere, sentimenti e professione. Tutto a mille.

Attenzione  quindi cara potenziale anima gemella, Amelie sta passando dalla fase di crisalide alla farfalla.

 

 

Dalla Crisalide alla Farfallaultima modifica: 2010-12-23T10:01:00+01:00da amelie2010
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Dalla Crisalide alla Farfalla

Lascia un commento