Cuore, pancia, testa.

Hai un gran cuore (percentuale emozionalità 53%), ami il piacere e la libertà di vivere (percentuale istintività 33%). Al momento di prendere una decisione non ti basi mai su considerazioni razionali (solo 14%) e ti affidi quasi completamente alle sensazioni. Per te una visione obbiettiva e sensata delle cose è semplicemente troppo noiosa.“

 Questa sono io secondo Parship.

Razionalità, emozionalità e istinto, sono i 3 aspetti del nostro comportamento che vengono analizzati con il test iniziale di affinità . Conviene farlo bene, riflettere prima di rispondere perché sulla base dei risultati di questo test poi si struttura tutta la tua avventura nel portale.

Vi sembrerà strano, un quarto d’ora circa per capire come sono fatta, ma devo dire che ci ha preso.

Sulla base di questo test, poi ti vengono proposte una serie di persone a te più o meno affini (con la rispettiva percentuale di affinità indicata, i motivi dell’affinità e se vuoi approfondire il discorso, ti viene anche indicato dove potresti avere problemi con questa persona e come risolverli)

La scheda personale del profilo, se completata in tutte le sue parti, ti da un’ulteriore idea della persona (hobby, valori importanti, ma anche cultura, istruzione, lavoro)

Tranquilli, tranquilli, non sono impazzita (non ancora). E’ chiaro che è tutto relativo, che non bisogna fidarsi troppo di queste cose, che l’amore è una questione di alchimie e di chimica difficilmente tracciabile con un test (lo dite a me? Vi ricordo che con il mio 53% di emozionalità, sono Io quella “fatta tutta di cuoricini e sentimenti “!)

Ma una cosa è chiara. Sono finita nel posto giusto.

Già perché, se i Single alla ricerca di  puri incontri e divertimento in genere coprono una percentuale alta degli iscritti  a questi siti (secondo la ricerca condotta dal nostro  Schopenhauer, il  45%, vedi il suo commento) qua si scoraggiano già in fase di registrazione. Non penso si fermino a fare un test che comunque richiede tempo e risposte sincere.

Diciamo che l’impostazione e l’obbiettivo di Parship sulla ricerca di una relazione stabile e perché no, proprio dell’anima gemella è alla base di tutto e quindi per loro sarebbe inutile perdere tempo (tanto vale andare in un altro portale, ce ne sono così tanti!)

Per esempio, qui non è possibile chattare; ed anche questo è un valore aggiunto (Chi ha voglia di fare una cosa “one touch and run” ossia “toccata e fuga”, predilige la chat, non ha voglia di spendere tempo in email e piccoli passi) .

Si possono  mandare solo “richieste di contatto” (ossia messaggi personali con cui dici che vuoi conoscere la persona e ti presenti), semplici “sorrisi” (puoi mandare un sorriso e basta o mandarlo indicando una cosa che apprezzi del profilo e che ti ha fatto sorridere: una specie di “butti il sassolino e vedi cosa ne esce fuori”) o inviti al “rompighiaccio” (mandi un test di 4 domande per vedere cosa risponde l’altro e se ha risposto come te; una sorta del vecchio Gioco delle Coppie di Marco Predolin , chi se lo ricorda?) .

Tutto è fatto insomma per scoraggiare le “toccate e fuga” . 

La cosa che mi piace di più è come hanno gestito il sistema delle foto.

Puoi caricare la tua (o le tue ) foto e tutti la vedranno sfuocata fino a quando non decidi di autorizzare il singolo profilo a vederla.

Per me l’aspetto fisico in questi casi conta. Non voglio sembrarvi superficiale, posso anche innamorarmi di una persona che inizialmente non mi piace, ma questo può accadere nella realtà, quando ci si frequenta e ci si conosce sotto vari aspetti; per quanto riguarda questo le conoscenze virtuali, l’aspetto fisico diventa per me il  presupposto di partenza .  Non mi va di perdere tempo a conoscere una persona che fisicamente già so che non mi piace nella speranza che forse potrei innamorarmi della sua personalità. Però rispetto anche quelli che decidono di svelarsi completamente solo in un secondo momento. Ci saranno altrettante anime gemelle che la pensano come loro.

Diciamo che Parship ha creato un buon equilibrio tra protezione della privacy e necessità di farsi vedere. Come e quando svelarti lo decidi tu in piena autonomia .

 A questo punto, ho abbastanza garanzie per iniziare la mia avventura.

Devo solo guardare le 565 persone affini a me proposte  (Schopenhaeur, se è vero che il 10% è la percentuale dei single idonei, ci sono ben 56 persone “papabili” ! E quando mai mi capita nella realtà di trovarle tutte insieme in vetrina con tanto di scheda prodotto ??) , leggere i 20 messaggi vari ricevuti in due giorni (tra rompighiaccio, sorrisi e richieste di contatto) e scegliere con chi cominciare.

E’ come quando cerchi casa, sta diventando un secondo lavoro, che fatica!

Rimanete sintonizzati

Amelie

Cuore, pancia, testa.ultima modifica: 2010-12-15T12:28:00+01:00da amelie2010
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Cuore, pancia, testa.

  1. Cara Amelie,

    come la penso in merito, te l’ho già scritto… e scrissi anche che avrei avuto qualche altra cosa da dire.. ma la tenevo per me…

    Epperò tu mi tiri in causa!! :-)))

    Con i numeri per di più! Ed io ed i numeri abbiamo un rapporto di amore ed odio da sempre.

    Facciamo così.. ti svelerò poco a poco i miei dubbi, mano mano che andrai avanti in questa tua avventura.

    Finchè, naturalmente, non troverai l’uomo della tua vita, che ti auguro di trovare.
    ( una cosa simile mi sembra di averla già letta da un’altra parte.. ma questa è un’altra storia.. )

    Inizio a fare l’avvocato del diavolo, che è un ruolo che mi si addice parecchio, sicuro che
    a breve comunque mi smentirai.

    a) hai una selezione di 565 persone.. a meno che le percentuali di partecipazione non siano radicalmente cambiate, facendo un rapido calcolo statistico basato sui tuoi teorici parametri di ricerca… hai selezionato se non tutta italia, altre regioni oltre la tua… domanda: cosa pensi dei rapporti a distanza? che nascono a distanza? In cui ci potrebbero essere problemi relativi allo spostamento di uno o dell’altro a medio termine?
    Se poi hai già messo in cantiere la possibilità di trasferirti per amore… cancella questo punto 🙂

    b) consiglio.. di quelle 565 persone, controlla la data dell’ultimo accesso… se risale ad oltre 15gg fa.. rifletti su che cosa possa voler dire.. 🙂

    Mi fermo qui…. per ora 😉

    Sogni d’oro,

    S.

  2. ciao amelie buona giornata….io la penso così chi cerca prima o poi trova, sai io non cerco mi trovano sempre loro, ma io inevitabilmente li mando via, la mia vita la vedo ‘memyselfandI’; ma tu sei una persona di infinita dolcezza e sicuramente la tua anima gemella è in giro per questo mondo!!!

  3. Diciamo che.. in un mondo perfetto, dimenticarsi del lavoro e spegnere la testa, sarebbe la soluzione migliore.

    Ma a volte, non è proprio così.

    Se poi rincorri un sogno, allora, le cose cambiano ancor di più 🙂

    Ma questa è, ancora una volta, un’altra storia!

    Lavora lavora!!!!! Che nessuno ti regala niente, men che meno l’anima gemella ;-)))

    Un sorriso,

    S.

    p.s.
    che poi, quando hai finito dimmelo.. che ho un altro paio di succulente variabili da presentarti!

Lascia un commento